• Via Chiatamone, 6 Napoli
  • 081.19180740

Questa volta la Cassazione richiede alla consulta l'adozione dei controlimiti nei confronti della "Taricco" Featured

01 April 2016

La III Sez. della Suprema Corte, contrariamente alle Recenti Sentenze (Cass. Pen. Sez. III, 2015/09/17 / 2016/01/20 n. 210 e 25 gennaio / 26 febbraio 2016 n. 7914) , e sulla scia della Corte di Appello di Milano ha anch'essa sollevato la Questione di legittimità con Riferimento alla cd sentenza Taricco della Corte di Giustizia dell'8.9.2015.

Come indicato nella "notizia di decisione" allegata, la Corte "letto l'art. 23 legge 11 marzo 1953 n. 87, solleva la questione di legittimità costituzionale dell'art. 2 della legge 2 agosto 2008, n. 130, che ordina l'esecuzione del Trattato sul funzionamento dell'Unione Europea, come modificato dall'art. 2 del Trattato di Lisbona del 13 dicembre 2007 (TFUE), nella parte che impone di applicare l'art. 325, § 1 e 2, TFUE, dalla quale - nell'interpretazione fornita dalla Corte di Giustizia, 08/09/2015, Causa C-105/14, Taricco - discende l'obbligo per il giudice nazionale di disapplicare gli artt. 160, comma 3, e 161, comma 2, cod. pen., in presenza delle circostanze indicate nella sentenza, allorquando ne derivi la sistematica impunità delle gravi frodi in materia di IVA, anche se dalla disapplicazione, e dal conseguente prolungamento del termine di prescrizione, discendano effetti sfavorevoli per l'imputato, per contrasto di tale norma con gli artt. 3, 11, 25, comma 2, 27, comma 3, 101, comma 2, Cost."

Read 586 times Last modified on Friday, 30 September 2016

Lo Studio

Studio Legale Tornincasa

Via Chiatamone, 6
Napoli 80121
081.19180740
info@studiolegaletornincasa.it

Collegamenti Esterni